Comincia la festa degli editori indipendenti: dagli Arsenali Repubblicani un fiume di libri sui lungarni pisani

Si è aperta ieri pomeriggio con il fatidico Taglio del Nastro delle Autorità e tanta emozione l’edizione numero diciannove del Pisa Book Festival, il salone nazionale dell’editoria indipendente, che quest’anno porta in scena moltissime novità, a cominciare dalle tre sedi che ospiteranno la fiera con gli editori e gli incontri con gli autori. Sono 70 le case editrici indipendenti che espongono fino a domenica 3 ottobre i loro libri di catalogo, insieme alle ultimissime novità negli stand allestiti con raffinata eleganza nella stupenda cornice degli Arsenali Repubblicani. Apre la lunga lista degli eventi in programma la Pisa University Press con la presentazione del volume In supreme dignitatis, la prima traduzione in italiano della bolla papale con la quale nel 1343 fu ufficialmente fondato l’ateneo pisano (guarda il video). Special guest 2021 è Ilja Pfeijffer con il suo libro Grand Hotel Europa (Nutrimenti), che presenta al pubblico in conversazione con Sebastiano Mondadori (guarda il video).
Dopo la delusione dello scorso anno per la mancata fiera in presenza, annullata a causa della pandemia, gli editori indipendenti sono tornati a Pisa con i loro stand nella bellissima sede degli Arsenali Repubblicani, con grande entusiasmo e rinnovata voglia di ritrovarsi e ritrovare il loro affezionato pubblico di lettori. Hanno trovato una fiera diversa da quella a cui erano abituati, ma che hanno amato da subito. Una fiera che non si svolge più in un unico spazio contenitore ma si spalma su tre sedi diverse coinvolgendo oltre lo spazio espositivo degli Arsenali Repubblicani anche due importanti musei della città, dove si svolgono ogni giorno presentazioni di libri e incontri con gli autori, il Museo delle Antiche Navi e Palazzo Blu. Già dal primo giorno il pubblico è numeroso, incuriosito dalla nuova sede e invogliato dalla splendida giornata di sole che fa passare in secondo piano i controlli obbligati per il Green Pass, che creano file in qualche ora molto lunghe.
Venerdì 1° ottobre a dare il via al calendario degli incontri nella nuova sala conferenze del Museo delle Antiche Navi, appena inaugurata per l’occasione, è Maurizio Vanni, museologo di fama internazionale, che dialoga con il direttore del Museo Andrea Camilli.  In programma anche la giornalista Chiara Cini, che presenta la sua piccola guida illustrata di Pisa per bambini pubblicata da Pacini Editore, e un tributo a Giacomo Leopardi con Gaspare Polizzi e Antonio Prete, autori di due volumi pubblicati da Mimesis (guarda il video).
Sempre al Museo delle Antiche Navi, a poche centinaia di metri dallo spazio espositivo dove sono gli stand, Stefano Brugnolo e Fausto Ciompi parlano del buon uso della letteratura su Facebook, evento organizzato da Prospero Editore. Il Festival accoglie anche una conversazione sulla traduzione letteraria con Faezeh Mardani, traduttrice dal persiano di Mostafa Mastur per Francesco Brioschi Editore, e Chiara Barbati, docente di linguistica iranica all’Università di Pisa (guarda il video). La prima giornata al Museo delle Antiche Navi si conclude con un omaggio a Grazia Deledda nel centocinquantesimo anniversario della nascita. Ne parlano Luciano Marrocu, che ha scritto una biografia della Deledda (Donzelli) e la scrittrice Milena Agus (guarda il video).
Palazzo Blu ospita gli eventi a tema storico-artistico e inaugura il calendario con l’omaggio ad Andrea Paggiaro, in arte Tuono Pettinato, l’artista pisano recentemente scomparso che gli amici Matteo Pelliti e Adriano Ercolani ricordano in modo affettuoso insieme al direttore di Repubblica Firenze Fabio Galati. L’arte al primo posto anche con Costantino D’Orazio, che presenta Vite di artiste eccellenti (Laterza) in compagnia di Maria Chiara Favilla, responsabile della collezione permanente di Palazzo Blu.
Storia e politica per le riflessioni di Vannino Chiti sul Futuro della sinistra (Guerini Editore) in conversazione con il giornalista Riccardo Michelucci. Ritorna la molto amata rubrica Made in Tuscany che lo scrittore Vanni Santoni tiene al Festival ormai da molti anni. Prima ospite di Vanni è Teresa Ciabatti, che presenta il suo ultimo libro Sembrava Bellezza edito da Mondadori (guarda il video).
L’ingresso alla fiera e agli incontri è gratuito ma è necessario esibire il Green Pass. Sul sito www.pisabookfestival.it  le prenotazioni per gli eventi restano aperte sino a due ore prima dell’inizio dell’evento. Gli orari di apertura della fiera: da venerdì 1 a domenica 3 dalle 10 alle 20.  Partner e sponsor del Pisa Book Festival sono la Fondazione Pisa, il Comune di Pisa, la Camera di Commercio di Pisa, Acque Spa. Media partner della manifestazione è la Rai con Rai Cultura e Radio3.
X
X