Il salone dell’editoria
Il Pisa Book Festival vi dà appuntamento nello scenografico complesso degli Arsenali Repubblicani di Pisa, dal 30 settembre al 3 ottobre 2021, con nuove idee, nuovi libri e un premio per la traduzione tutto nuovo riservato agli editori indipendenti del Festival. Continuate a seguirci e iscrivetevi alla nostra newsletter per restare sempre aggiornati.

Pisa Book Translation Award.

Sono aperte le candidature alla prima edizione del premio dedicato alla traduzione.

Possono partecipare le case editrici del Pisa Book Festival.

Scopri di più
Nel 2021 continuano le conversazioni con i nostri autori e gli approfondimenti culturali del Festival. Mettetevi comodi e ascoltate Franco Andreucci che racconta la storia del Partito comunista italiano e Dario Moretta che illustra la mostra su Giorgio de Chirico allestita a Palazzo Blu, antico palazzo nobiliare situato nel cuore della nostra città, che ha ospitato il Pisa Book Festival 2020. 

NEWS

Il Pisa Book Festival riparte dal vivo. Edizione numero 19 con tre grandi novità: nuova sede, nuove date e un Premio per la Traduzione.

NEWS

27 gennaio: in occasione della Giornata della Memoria il Pisa Book Festival suggerisce ai suoi amici lettori alcuni libri per non dimenticare.

NEWS

Il Pisa Book Festival diventa un fenomeno social: su Facebook e YouTube il successo della manifestazione con 200mila persone raggiunte.
1
editori indie
1
eventi
1
GIORNI
1
ospiti

Oltre 120 editori con le loro anteprime.

Da 18 anni insieme per conquistare nuovi lettori.

Gli editori indipendenti scelgono la vetrina del Pisa Book Festival.

Scopri il catalogo degli editori
Fedele al suo ruolo di vetrina privilegiata per la circolazione del libro, negli anni la fiera ha acquistato anche un importante profilo di festival letterario con un programma sempre più ricco e diversificato.

Con il tuo contributo, puoi aiutarci a crescere.

Fai un gesto straordinario .

Sostieni il Pisa Book Festival.

Dona adesso
Pisa Book Festival
Se le regole lo permetteranno, cercheremo di ricreare nella nuova sede degli Arsenali Repubblicani l’atmosfera di festa che il nostro pubblico ama tanto: gli stand con i libri e gli incontri con gli autori e le autrici più amate. Ma gli eventi digitali resteranno: sarà una formula innovativa, così da non perdere il pubblico che nel 2020 ci ha seguito da lontano. L’anno scorso il Pisa Book Festival ha creato un senso di comunità diverso, tutto suo, una nuova comunità allargata che non deve andare perduta.

Lucia Della Porta

DIRETTRICE

X