Almeida Faria

Almeida Faria, classe 1943, è uno dei più raffinati e importanti scrittori portoghesi del Novecento. L’uscita del suo primo romanzo, Rumor Branco (ancora non pubblicato in italiano) nel 1962, balzato immediatamente a notorietà a causa dell’endorsement di Vergílio Ferreira, figura di spicco della cultura nazionale coeva, collocò fin da subito la figura di Almeida Faria nell’avanguardia più sperimentale delle lettere lusitane. L’episodio più consistente dell’opera letteraria di Almeida Faria, tuttavia, sono i quattro romanzi raccolti sotto il titolo di Tetralogia Lusitana (La passione, 1965; Tagli, 1978; Lusitania, 1980 e Cavaliere errante, 1983). Se i primi tre romanzi della Tetralogia sono stati già tradotti e pubblicati in italiano da Passigli (1998, 2005 e 2006 rispettivamente), il quarto rimane ancora sconosciuto al pubblico italiano. Per questa ragione, in accordo con l’autore, le Edizioni dell’Urogallo hanno deciso di ripubblicare in nuova traduzione i primi tre romanzi della Tetralogia e di commissionare la traduzione dell’ultimo. Nel 2018 è uscito il primo titolo, per completare la Tetralogia nel 2020 con la pubblicazione degli altri tre titoli a cadenza di un anno l’uno dall’altro, nella traduzione di Marco Bucaioni e Andrea Ragusa.

Almeida Faria incontra il pubblico del festival venerdì 8 novembre alle ore 17:00 e sabato 9 novembre alle ore 19:00 in Arena Fermi.

wp ecommerce - e-commerce wordpress