Tiziano Scarpa

tiziano-scarpa-foto-di-gianluca-moro

Tiziano Scarpa è nato a Venezia nel 1963. È un romanziere, poeta e drammaturgo. Il suo romanzo Stabat mater (Einaudi, 2008) ha ricevuto il Premio Strega, il più prestigioso riconoscimento letterario italiano. Venezia è un pesce (Feltrinelli, 2000) è conosciuta e apprezzata in tutto il mondo come guida particolarmente originale alla città di Venezia. I suoi romanzi più recenti sono Il cipiglio del gufo (Einaudi, 2018) e Il brevetto del geco (Einaudi, 2016). Quest’anno ha pubblicato anche le storie in rima Una libellula di città con minimum fax e le poesie Le nuvole e i soldi. Fra i suoi libri ricordiamo anche Corpo (Einaudi, 2005), una raccolta di aforismi su cinquanta parti del corpo umano, e Groppi d’amore nella scuraglia (Einaudi, 2004), una storia in versi scritta in una lingua meridionale inventata. I suoi libri sono stati tradotti in varie lingue, fra cui il giapponese, il cinese, il russo, l’ebraico e l’arabo. Ha scritto quindici testi teatrali, tutti rappresentati a teatro, e alcune commedie per la radio, con cui ha vinto due volte il premio mondiale Prix Italia.

Non si resta illesi dalla lettura di Le nuvole e i soldi: le poesie di Tiziano Scarpa hanno suscitato forti discussioni in rete, sono rimbalzate sui social toccando l’animo dei lettori. L’autore le legge e commenta alternandole alle storie in rima del suo ultimo libro, Una libellula di città. Lo spettacolo è in calendario sabato 10 novembre alle ore 19:00.