José Ovejero

jose-ovejeroJosé Ovejero, nato a Madrid nel 1958, è vissuto in Germania e poi a Bruxelles, conciliando per lungo tempo il lavoro di interprete con quello di scrittore. La sua produzione letteraria comprende vari generi: sia racconti, Come sono strani gli uomini (Voland 2003 e 2012) e Donne che viaggiano da sole (2006), che romanzi, fra cui Nostalgia dell’eroe (Voland 2005). Vanno menzionati anche i libri di viaggio, come Cina per ipocondriaci, insignito del Premio Grandes Viajeros nel 1998 (uscito in italiano per Feltrinelli). Con la raccolta di poesie Biografía del explorador ha vinto il Premio Ciudad de Irún nel 1993. È stato anche insignito del Premio Primavera per il romanzo La vita degli altri (Voland 2008) e del prestigioso Premio Alfaguara de Novela 2013 per L’invenzione dell’amore (Voland 2018). I suoi libri sono tradotti anche in francese, tedesco, portoghese e olandese. Il suo sito è joseovejero.com.

José Ovejero incontra il pubblico del Pisa Book Festival sabato 10 novembre alle ore 17:00 in Sala Pacinotti. Conduce Bruno Arpaia.

“Si legge con attrazione e sgomento perché costeggia sempre un abisso. Uno dei migliori scrittori della sua generazione” – El País

España País de Honor 2018