Tuomas Kyrö

Tuomas Kyrö
© Mika Tuominen

Tuomas Kyrö (1974) è tra gli scrittori finlandesi più importanti della sua generazione, nominato al prestigioso Premio Finlandia. Autore prolifico e versatile di romanzi, radiodrammi, serie televisive a cartoni animati, è anche giornalista e conduttore di popolari programmi in radio e tv. L’anno del coniglio è il suo primo romanzo, pubblicato in Italia da Iperborea. Il titolo è una voluta citazione da L’anno della lepre di Arto Paasilinna. Il protagonista non si chiama Vatanen, ma Vatanescu, ed è un clandestino rumeno che arriva in Finlandia con un contratto a tempo indeterminato da mendicante. Il suo obiettivo è un’epica scalata verso l’integrazione – e comprare al figlio Miklos quelle scarpette da calcio che ha sempre sognato.

Venerdì 10, dopo il suo discorso inaugurale Perché scrivo alle ore 11:00, Tuomas Kyrö presenterà il suo libro in una conversazione dal titolo L’anno del coniglio ovvero l’epopea di un outsidercon Nicola Rainò e Luca Murphy.

Sabato 11 alle 14:00 in Sala Fermi Tuomas Kyrö incontra nuovamente il pubblico

annoconigliogrande