Il Festival

img_3756
Lucia Della Porta, ideatrice e direttrice del Festival, con Paolo Cognetti.

Il Pisa Book Festival è un salone nazionale del libro dedicato alle case editrici indipendenti italiane che ogni anno in autunno riunisce a Pisa editori, scrittori, traduttori, illustratori e artisti italiani e stranieri.

Nato nel 2003 con la missione di valorizzare gli editori indipendenti italiani, il Festival è passato dai 56 editori espositori del primo anno ai 162 dell’edizione 2016, confermandosi un evento leader nel settore dell’editoria anche a livello internazionale. Per gli editori il Festival rappresenta una piattaforma unica per farsi conoscere, per acquisire nuovi sbocchi commerciali, per discutere di idee e di innovazione, per trovare quello spirito di collaborazione necessario per affrontare le sfide del futuro.

Negli anni il Festival è cresciuto sino a diventare anche un luogo privilegiato dove il pubblico può incontrare i suoi autori preferiti. Dinamico e originale nelle sue scelte, il Festival ospita ogni anno più di 200 eventi, dall’incontro con l’autore al convegno, dal laboratorio di scrittura al seminario per traduttori, fino allo spettacolo e al reading.

Il programma degli eventi è organizzato secondo diversi filoni: le anteprime degli editori, il focus sul paese ospite, i grandi ospiti, gli autori di La Repubblica Caffè, i seminari del centro traduzione e lo spazio Junior. Alla continua ricerca di sempre nuove attrazioni il Festival ogni anno ha arricchito il programma con nuove rubriche, nel 2015 la sezione Made in Tuscany, nel 2016 #leggereascuola e nel 2017 lo speciale Tartan Noir ed Extra Large.

Partito da un'iniziativa "dal basso", il Pisa Book Festival è stato subito accolto dalla comunità pisana, come dimostra l'adesione del Comune in prima fila, di una grande realtà economica e istituzionale come la Fondazione Pisa, e la straordinaria partecipazione dei volontari e del pubblico. Dal 2017 il Pisa Book Festival è tra i partner del progetto europeo CELA (Connecting Emerging Literary Talents), co-finanziato da Europa Creativa.